Come tenere le galline in salute

Come tenere le galline in salute

Le galline sono animali che se vengono mantenute molto bene difficilmente si ammaleranno. Se si seguono questi semplici passi si può tenere uno stormo per anni senza mai perdere un pennuto a causa di una malattia e si avrà un notevole impatto positivo sulla longevità, la bellezza e la produzione di uova.

Spazi ampi

Le galline hanno il desiderio innato di razzolare e gironzolare. Sono curiose e vogliono esplorare il loro territorio. Dare l’accesso al pascolo è un requisito importante per il loro benessere che incoraggia le galline a fare movimento, respirare aria pulita, razzolare, fare il bagno di sabbia e altre attività da pennuti.

Il bagno di terra (o sabbia) è un attività molto amata. I polli scavano punti poco profondi sul terreno o persino nei vasi di fiori questo consente a loro di pulire il piumaggio, mantenere la pelle in salute e diminuire i parassiti. L’ideale è fornirlo anche in inverno, quando la terra del pascolo è bagnata e umida, posizionando una cassa piena di terra al riparo dalla pioggia.

Inoltre, prendendo come esempio l’essere umano, si può notare che la maggior parte delle malattie proliferano bene in luoghi affollati e non molto igienici. Tenere le proprie galline ammassate, in spazi umidi e sporchi favorisce la proliferazione di malattie. Il sovraffollamento rende gli animali stressati, incentiva il cannibalismo, il combattimento, oltre all’accumulo veloce degli odori e della sporcizia.

Pollaio pulito e asciutto

La pulizia quotidiana è un modo sicuro per mantenere alta la salute del pollaio. Pulire un po’ ogni giorno, raccogliendo gli escrementi, buttando cibo avanzato e penne è un ottimo modo per prevenire le malattie.

Un pavimento o una lettiera sporca e bagnata è un terreno fertile per organismi nocivi come la coccidiosi (malattia intestinale che può uccidere i polli). Se il pavimento bagnato è dovuto da un abbeveratoio ribaltato o da un tetto che perde, sono da raccogliere e buttare lo sporco che si è creato e inoltre andrebbe aggiustato l’eventuale danno del tetto o fissare l’abbeveratoio in modo che non possa più ribaltarsi.

Ci sono anche altri modi per rendere il pavimento più secco, come:

  • utilizzando una tavola di raccolta degli escrementi e rimuovendoli ogni giorno. Molti dei pollai già costruiti e pronti all’uso hanno già al loro interno la tavola di raccolta degli escrementi);
  • in inverno, si può spargere sabbia e trucioli di legno sul pavimento;
  • per chi possiede oltre alle galline anche uccelli acquatici, questi due gruppi dovrebbero stare in cortili diversi: questo perché le zone umide, in cui gli uccelli acquatici vivono bene, fanno ammalare i polli.

I polli hanno sistemi respiratori sensibili che sono facilmente irritabili da muffe e ammoniaca.

pascolo con paglia

Alimentazione corretta

Può risultare scontato sentire che per migliorare la salute delle proprie galline queste devono mangiare bene e vivere in un ambiente pulito, ma spesso nei pollai si tende a trascurare tutto ciò.

Le galline sono onnivore. Hanno bisogno di una dieta ben bilanciata tra carboidrati, proteine, grassi e micronutrienti ecc. Inoltre ogni fase di vita di una gallina richiede quantità ed elementi nutritivi diversi. Alimentare gli animali solo con gli scarti della cucina non basta. In commercio esistono diversi tipi di mangimi pensati per ogni fase e il mangime dato deve corrispondere all’età dell’animale. Assicurati di non nutrire mai i tuoi pulcini o le giovani galline con il mangime per ovaiole poiché il contenuto di calcio necessario per la produzione di uova può causare danni interni alle galline immature che non necessitano di alte quantità di calcio.

Ci sono diversi alimenti dannosi che non devono essere mai dati. Un esempio sono i latticini e i suoi derivati. Gli uccelli non sono dotati degli enzimi necessari per digerire correttamente gli zuccheri del latte e quindi darli causa disturbi digestivi e diarrea.

Un alimentazione scadente può portare a obesità, uova malformate, prolasso, carenze proteiche, perdita di piume, fegato gonfio, ridotta produzione di uova, problemi cardiaci e di deambulazione.

Acqua fresca e pulita

L’acqua deve essere sempre fresca e pulita. La maggior parte dei polli da cortile beve da abbeveratoi sporchi di feci, batteri e altri organismi. È fondamentale che le tue galline abbiano sempre acqua potabile fresca e pulita. Una soluzione all’acqua sporca può essere l’utilizzo dei capezzoli per pollame. 

Capezzoli per pollame: da installare sul contenitore dell’acqua. confezione da 12 pezzi.

Cinnyi Fontana: bevitore automatico. Confezione da 10 pezzi.

Novital: abbeveratoio a serbatoio. Formato 30L.

Protezione dai predatori

Le galline, i pulcini e le uova sono molto apprezzati da diversi tipi di predatori. Il pollaio deve essere resistente e ben chiuso, all’interno devono trovarsi diversi posatoi a diverse altezze, cosicché potranno appollaiarsi durante la notte e sentirsi più sicure.

Una volta che un predatore esegue un’uccisione, di solito continuerà a tornare per eseguirne delle altre. Da ricordare che la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello stato e deve anche essa essere preservata. Sono da utilizzare attrezzature che non arrechino danni. In commercio si trovano diversi tipi di dissuasori, barriere e protezioni che trasformano un semplice pollaio in una fortezza per galline.

Tenere le malattie lontane

Come detto in precedenza la pulizia è essenziale per tenere lontane malattie e parassiti. Oltre a ciò, può essere utile:

  • comprare animali vaccinati: può risultare difficile se si comprano animali da pollai familiari. Purtroppo, tuttora, non esistono in commercio vaccini per poche dosi da somministrare ad un piccolo pollaio. Potreste provare a chiedere ad veterinario avicolo come poter fare.
  • Sii diffidente ad aggiungere nuovi arrivati al pollaio: un periodo di quarantena deve essere sottoposto ai nuovi arrivati, ciò consente ad una potenziale malattia di manifestarsi nel nuovo arrivato.
  • Mantieni puliti vestiti e scarpe: quando visiti un altro pollaio, cambia i vestiti e pulisci le scarpe, perché anche i piccoli frammenti di sporcizia possono portare malattie.
  • Limita i contatti con i selvatici anche se non sono pericolosi come tortore e colombi (possono essere portatori dell’aviaria e altre malattie).

Osservare le galline

Osservare le proprie galline quotidianamente è una buona pratica. I polli sani sono vivaci, impegnati a razzolare, mangiare, bere, fare il bagno, inseguire insetti e anche beccare i loro compagni per mantenere l’ordine gerarchico. Se si nota che una gallina è sdraiata di lato, stanca, letargica o anche molto più tranquilla del solito bisogna dare un’occhiata più da vicino ed eventualmente chiamare il veterinario.

In generale, gli animali vanno controllati circa una volta alla settimana per valutare lo stato di salute: se i bargigli e la cresta hanno un bel colore, se gli occhi sono limpidi e se tra le piume sono presenti parassiti e pidocchi. Anche la forma e il colore degli escrementi danno indizi sulla salute delle galline.

Buon allevamento! 🐔

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.